in , , , , , , , , , , , , ,

Come “La famiglia Addams” è iniziata da un cartone animato nel 1938 [THELAUGHBUTTON]

come-“la-famiglia-addams”-e-iniziata-da-un-cartone-animato-nel-1938-[thelaughbutton]

The Addams Family

Netflix ha appena rilasciato il primo teaser trailer di

Mercoledì, una serie comica horror in arrivo incentrata sulla figlia nella famosa famiglia di fantasia Addams. La serie è diretta da Tim Burton e sarà presentata in anteprima entro la fine dell’anno.

A questo punto, la famiglia Addams è una parte enorme dei media e della cultura americani. Abbiamo visto i personaggi in diversi programmi televisivi, film, videogiochi e persino una commedia. Il nuovo show di Netflix è solo l’ultimo di una lunga serie di progetti multimediali, che risale a 1964 con il primo Programma televisivo della famiglia Addams.

Ma l’origine della famiglia Addams risale a molto più indietro, alle pagine di The New Yorker. In 768, Charles Addams era un fumettista le cui vignette venivano regolarmente pubblicate in The New Yorker.

Una delle vignette a cui Addams ha inviato Il New Yorker presentava una donna snella con un lungo abito nero, un maggiordomo corpulento e una figura più anziana accasciata, il tutto all’interno di un inquietante palazzo in stile gotico . Questa sarebbe stata la prima apparizione di una serie di personaggi che Addams avrebbe riutilizzato più volte nei suoi cartoni animati, espandendo infine il cast per includere un’intera famiglia. Questa famiglia senza nome sarebbe stata indicata con il nome del loro creatore, e così è stata costituita la Famiglia Addams.

La primissima apparizione di “Addams Famiglia”

Non è stato fino a 1964 che è stato realizzato un adattamento televisivo basato su questa famiglia – una famiglia apparsa solo poche volte nel corso degli anni, e solo in The New Yorker. A Charles Addams è stato chiesto di rimpolpare un po’ i personaggi, e quindi ha fornito alcuni dei loro nomi per la prima volta.

Dallo spinoff e reboot allo spinoff e al reboot, oggi riusciamo a finire con la Famiglia Addams, una presenza ben nota nei media americani.

Lo stesso Addams, a quanto pare, non trarre ispirazione direttamente dalle sue esperienze vissute. Non era così inquietante o antisociale come i suoi personaggi. In effetti, il suo successo come fumettista gli ha permesso di scalare la scala sociale. Tra i suoi strani sfioramenti con la storia, ha frequentato brevemente Jackie Kennedy dopo l’assassinio di suo marito, John F. Kennedy. È anche imparentato con i presidenti John Adams e John Quincy Adams, nonostante la differenza nell’ortografia dei nomi.

All’inizio del 20 del secolo scorso, i fumettisti di successo erano alcune delle voci comiche più pagate e più importanti. È strano ora vedere come una cosa grande come la Famiglia Addams possa partire da una cinquantina

cartoni animati di New Yorker . Questo dimostra come il percorso verso il successo comico sia cambiato così drasticamente.

Sembra probabile che l’eredità di Charles Addams continuerà attraverso l’ultimo adattamento Netflix, e ben oltre il centesimo anniversario di quel primo cartone animato che diede inizio a tutto.

blank

Scritto da Stand Up Comedy Italia

Stand Up Comedy Italia, con i suoi 50.000 fan su Facebook (e migliaia di lettori giornalieri sul sito), è la più grande community italiana dedicata all'umorismo Stand Up. Da quando è stata fondata nel 2014 dal comico Nicola Selenu, Stand Up Comedy Italia ha organizzato oltre 300 spettacoli umoristici in tutta Italia, ospitando i più interessanti comici italiani in circolazione ed è per questo diventata il punto di riferimento per gli spettacoli umoristici di qualità sul territorio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

doon-mackichan-parte-da-two-doors-down-[commedia-britannica]

Doon Mackichan parte da Two Doors Down [COMMEDIA BRITANNICA]

e-in-fase-di-sviluppo-un-revival-del-classico-spettacolo-in-piedi-degli-anni-’90,-“caroline’s-comedy-hour”-[thelaughbutton]

È in fase di sviluppo un revival del classico spettacolo in piedi degli anni ’90, “Caroline’s Comedy Hour” [THELAUGHBUTTON]