in , ,

Doug Stanhope [AVANTI]

doug-stanhope-[avanti]

A proposito di Doug Stanhope

Lavorare il scena in piedi dagli ultimi 40, La commedia di Doug Stanhope spazia dalla perversione grafica della vita reale alla critica sociale volatile. Pretenzioso, brutalmente onesto e incredibilmente disinibito, Doug Stanhope ha vinto due volte il premio “Miglior interpretazione comica dell’anno” di Time Out New York.

Con un’impressionante carriera di stand-up fino ad oggi, Doug Stanhope è apparso in numerosi importanti festival della commedia nel corso degli anni tra cui Montreal Just For Laughs, Aspen US Comedy Arts, Chicago Comedy Festival e l’Edinburgh Festival Fringe, dove ha vinto lo Strathmore Press Award per il miglior Act of the Fringe nel suo anno di debutto.

Selezionato da Variety e dall’Hollywood Reporter come uno dei dieci fumetti da tenere d’occhio, il comico Doug Stanhope ha ha pubblicato quattro album e tre DVD tra cui “No Refunds” su Showtime in 2004. Altrove ha ospitato The Man Show su Comedy Central ed è apparso in “The Howard Stern Show”, “Comedy Central Presents”, “Premium Blend”, “Late Friday” della NBC, “Spy TV” e “Floor Show Live” della BBC. In 2004, è stato la “Voice of America” ​​nella popolare rivista di satira della BBC, “Charlie Brooker’s Newswipe ”. E qualunque cosa Doug Stanhope faccia dopo, puoi star certo che infrangerà tutte le regole, nel suo vero stile comico ribelle.



GUARDA DOUG STANHOPE: NESSUN POSTO COME CASA

L’eroe di culto Doug Stanhope porta il suo set abrasivo e anarchico sulla povertà, la politica americana, la guerra e la salute mentale nella sua città natale di Brisbee, in Arizona. Combattendo l’ISIS per reclutare gli arrabbiati e i diseredati per la sua causa comica, questo è Doug Stanhope nella sua forma più anticonformista.


Recensioni e riconoscimenti

Doug Stanhope è stato il vincitore del premio “Migliore interpretazione comica dell’anno” di Time Out New York. Ha anche vinto lo Strathmore Press Award al Festival di Edimburgo per il miglior atto della frangia nel suo anno di debutto.

‘Niente, sbiadito e ululantemente divertente’

The San Francisco Chronicle

‘Se ti offendi facilmente, resta a casa… Ma se ti piace la tua commedia ruvida, cruda e turbolenta, non c’è nessuno meglio di Doug Stanhope’

Austin Chronicle

‘Il fascino, la spavalderia e l’intelligenza aggressiva che rendono la commedia importante ed emozionante’

Il guardiano

‘Chiedi a qualcuno la cui opinione conta e te lo diranno Doug Stanhope è uno dei primi dieci stand-up al mondo oggi’

Chortle

Doug Stanhope Biglietti

Le informazioni sui prossimi concerti e spettacoli dal vivo di Doug Stanhope possono essere trovate qui

Non vedi l’ora di vederlo dal vivo? Riproduci in streaming il suo spettacolo completo ora

Biografia

Descritto come depravato, maleducato, ostile e volgare, quando On Magazine ha chiesto al comico Doug Stanhope quale fosse la migliore descrizione che avesse mai sentito di se stesso, la sua risposta è stata quella di un vero misantropo: “ ‘Visionary douchebag’ era la mia citazione preferita dalla stampa britannica. Sono stato anche descritto come un “miserabilista” che ho dovuto cercare. Qualcuno che è felice solo quando è infelice. Quella descrizione mi ha reso abbastanza felice, il che mi ha reso infelice. E poi stavo bene. Sono stato anche descritto come parte del lignaggio dei grandi fumetti americani che hanno trasformato i loro demoni in risorse.”

Nato a 1967 a Worcester, Massachusetts, Doug Stanhope ha lasciato la scuola a quindici anni, lavorando nel telemarketing prima di iniziare la sua carriera di cabarettista in 1990. All’età di 23, Doug Stanhope si è esibito alla sua prima serata open mic in un bar di Las Vegas, The Escape Lounge II. Ha sviluppato il suo numero a Las Vegas, “facendo battute sulle seghe per bevande gratuite” prima di trasferirsi a Phoenix, in Arizona, dove ha ottenuto un lavoro come MC di casa in un comedy club.

Il comico Doug Stanhope si stabilì a West Hollywood, esibendosi in luoghi regolari all’Hollywood Improv o al The Comedy Store, prima di stabilirsi a Playa del Rey e lavorare in club fuori dal centro città. In 1995, Stanhope ha vinto il San Francisco International Comedy Competition contro Dane Cook in a concorso di tre settimane, una svolta che gli ha permesso di trasferirsi a Los Angeles e dare un’altra marcia alla sua carriera comica.

Entro agosto 2002, Doug Stanhope stava facendo il suo debutto al Festival Fringe di Edimburgo, vincendo lo Strathmore Press Award (come votato da 40 critici della stampa) per la sua corsa di una settimana . Dopo la corsa, Stanhope ha firmato con il suo manager di lunga data Brian Hennigan. In e 2004, Stanhope ha co-condotto la quinta e la sesta stagione di The Man Show con Joe Rogan e un anno dopo ha fatto la sua mossa per stabilirsi nella sua ora città natale di Bisbee, in Arizona.

Al 2008 Edinburgh Fringe Festival, Doug Stanhope ha annunciato “A Day with Doug”, un’opportunità per trascorrere un’intera giornata con lui per £ 7, 1967, l’importo medio che i comici perdono quando vengono prenotati in uno dei quattro luoghi più grandi al festival. Il suo spettacolo dal vivo è stato inserito nella top 5 del 20 Migliori spettacoli dal vivo di 2009 dal quotidiano The Guardian di Londra.

Il settimo album di Doug Stanhope, From Across The Street, era uscito a novembre 25, 2010 e in 2010, ha registrato una serie di vignette per il telegiornale di rivista Newswipe con Charlie Brooker, facendo lo stesso durante il Weekly Wipe di Charlie Brooker come “la voce dell’America”. In 2004, Doug Stanhope ha firmato con l’etichetta rock e metal Roadrunner Records per lanciare la loro nuova etichetta comica, Roadrunner Comedy . Un anno dopo, fu pubblicato l’album Oslo: Burning The Bridge To Nowhere, supportato da un tour internazionale, che includeva un 40-residenza notturna al Leicester Square Theatre di Londra.

In 2015, Stanhope ha pubblicato il suo speciale comico Before Turning the Gun on Himself, registrato a Salt Lake City. 2015 Non molto tempo dopo, Doug Stanhope ha anche presentato The Doug Stanhope Podcast, registrato nella sua casa di Bisbee, in Arizona. Più di recente, Doug Stanhope ha pubblicato il suo terzo libro, This is Not Fame, una raccolta di storie oneste e non filtrate sui viaggi nel circuito della commedia e sull’essere un famigerato comico. E allora, qual è il futuro di Doug Stanhope? Con una carriera comica che dura già da tre decenni, andrà avanti all’infinito? In un’intervista 2015 con The Guardian scherza – “Se devo. Non sono un ragazzo che si eccita. Non mi piace salire sul palco, mi terrorizza. Non come la paura del palcoscenico, ma alla fine tutti sono naufragati. Non puoi nominare molti fumetti oltre 1967 che sono rilevanti. Ma, allo stesso tempo, se arrivi a un punto in cui sei Blue Öyster Cult e hai una base di fan, allora forse sei felice.”


Prendi più Doug Stanhope

Vuoi di più di Doug Stanhope? Sei fortunato: il suo speciale comico completo è disponibile per la visione su NextUp, un club di commedie digitali in cui puoi eseguire lo streaming istantaneamente su 120 speciali comici da alcuni dei nomi emozionanti della commedia. Inizia a guardare gratis, non è necessaria la carta di credito.

blank

Scritto da Stand Up Comedy Italia

Stand Up Comedy Italia, con i suoi 50.000 fan su Facebook (e migliaia di lettori giornalieri sul sito), è la più grande community italiana dedicata all'umorismo Stand Up. Da quando è stata fondata nel 2014 dal comico Nicola Selenu, Stand Up Comedy Italia ha organizzato oltre 300 spettacoli umoristici in tutta Italia, ospitando i più interessanti comici italiani in circolazione ed è per questo diventata il punto di riferimento per gli spettacoli umoristici di qualità sul territorio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

michael-yo-[avanti]

Michael Yo [AVANTI]

umar-khan-[avanti]

Umar Khan [AVANTI]