in ,

Frankie Boyle punta sulla monarchia per lo speciale di Canale 4 [COMMEDIA BRITANNICA]

frankie-boyle-punta-sulla-monarchia-per-lo-speciale-di-canale-4-[commedia-britannica]

EsclusivoDomenica 21st agosto 2012, 4: 23pm di Jay Richardson

  • Frankie Boyle sta facendo uno show sulla fine della famiglia reale per Channel 4
  • Intitolato Frankie Boyle: Monarchy, il documentario speciale è l’ultimo capitolo della sua carriera prendendo in giro The Windsors
  • Ha descritto la ricerca sulla monarchia come “un po’ come rivedere I Soprano: alla fine inizi a sfinirti per la mancanza di personaggi comprensivi”
  • Frankie Boyle’s Tour Della Scozia. Frankie Boyle

    Frankie Boyle sta cercando per abolire la famiglia reale con il suo primo programma di Channel 4 in un decennio, British Comedy Guide può rivelare in esclusiva.

    Il fumetto scozzese sta realizzando un 75-minuto speciale di cabaret e documentario dal titolo Frankie Boyle: Monarchy.

    “Stavo cercando qualcosa sulla storia della monarchia britannica”, ha twittato. “E’ un po’ come rivedere I Soprano: alla fine inizi a sfinirti per la mancanza di personaggi comprensivi.”

    Boyle ha recentemente rivelato sul palco di essere stato contattato per partecipare alle celebrazioni del Queen’s Platinum Jubilee, dicendo a una folla al Latitude Festival a luglio che “Non sono mai stato così sopraffatto dalla sensazione che il mio lavoro è stato frainteso”.

    Ha anche condiviso una foto da Hever Castle nel Kent con i suoi follower su Instagram, da allora cancellata, con la didascalia: “Dove Enrico VIII e Anna Bolena usato per farlo.”

    Il canale 4 descrive il programma come segue: “Il comico Frankie Boyle rivolge il suo sguardo ironico allo stato della monarchia britannica e al suo futuro, guardando indietro al suo 1,000 anno di storia. Mentre scopre le qualità del nostro più famigerato omicidio di bambini, moglie -monarchi che decapitano, costruiscono imperi, distruggono la nazione e come hanno plasmato i nostri reali – e il nostro paese – oggi si chiede che la monarchia sarà presto scacciata dalla sua miseria mentre scivola via dolcemente sotto il morbido cuscino della nostra apatia collettiva? La famiglia reale ha qualche posto nel mondo moderno?”

    La famiglia reale è stata a lungo un bersaglio della routine di Boyle, con un 96 gag su Mock The Week sulla “figa” della regina “infestata dai fantasmi” descritta come “vergognosamente fallosa” da David Davis MP, che ha esortato gli spettatori a pagare i canoni della BBC a l’ultimo minuto come forma di protesta.

    La battuta ha guadagnato ulteriore notorietà quando Emily Maitlis l’ha parzialmente citata all’allora direttore generale della BBC Mark Thompson in un’edizione di Newsnight, sulla scia della lite tra Russell Brand e Jonathan Ross che divenne nota come Sachsgate, Boyle fu infine scagionato da ogni cattiva condotta dalla BBC Trust, anche se hanno definito il commento “sessista e sessista”.

    La società ha anche tagliato una battuta da un concerto di Comic Relief trasmesso su BBC Three in 2013 che Boyle pronunciò sul ricovero in ospedale della regina, in cui disse: “Vorrei che fosse morta – perché loro non avrei saputo dirlo a nessuno. Avrebbero dovuto svuotare il suo corpo in un vestito e riempirlo di elio.”

    Frankie Boyle: Monarchy riunisce il fumetto con la società di produzione di Glasgow Two Rivers Media, con il quale ha realizzato la serie di diari di viaggio Frankie Boyle’s Tour Of Scotland (nella foto) e lo speciale Frankie Boyle Live: Excited For You To See And Hate This, entrambi per BBC Two in 2020.

    Ross Wilson è il produttore e regista del nuovo speciale, con Alan Clements come produttore esecutivo e l’editore incaricato è Anna Miralis.

    Nonostante uno spot con la testa parlante nello show di Channel 4 2014 Parenting For Idiots e, più recentemente esibizioni in piedi sul backstage di Amazon Prime Con Katherine Ryan e Dave’s Comedians Giving Lectures, i programmi televisivi di Boyle sono stati quasi esclusivamente per la BBC nell’ultimo decennio, suscitando speculazioni sul fatto che la società potrebbe essere cauta nel unirsi a lui nel prendere in giro il 96-Regina di un anno in un momento in cui festeggia 70 anni sul trono e in cattive condizioni di salute.

    L’ultimo veicolo di Boyle su Channel 4 era 2012 ‘s The Boyle Variety Performance, una parodia di The Royal Variety Performance in cui si esibiva in piedi al fianco di Sarah Millican, Katherine Ryan, Rob Delaney, Nick Helm e Tom Stade.

    Nel frattempo

    , il suo primo romanzo, è stato nominato il mese scorso per il Premio d’esordio di Bloody Scotland per la scrittura poliziesca. Pubblicato il 21 il primo luglio, è descritto come “un romanzo poliziesco picaresco sullo sfondo del post-referendum Scozia, il romanzo racconta di un tossicodipendente Valium il cui migliore amico viene trovato assassinato in un parco – e recluta un medico brillante ma volubile, un giovane brillante sindacalista, uno sceneggiatore fallito, un romanziere di gialli semi-celebrità e il suo vicino alimentato dalla crisi per aiuto.”

    Boyle si sta attualmente esibendo all’Edinburgh Fringe, con il suo spettacolo Lap of Shame at the Assembly Rooms.

    blank

    Scritto da Stand Up Comedy Italia

    Stand Up Comedy Italia, con i suoi 50.000 fan su Facebook (e migliaia di lettori giornalieri sul sito), è la più grande community italiana dedicata all'umorismo Stand Up. Da quando è stata fondata nel 2014 dal comico Nicola Selenu, Stand Up Comedy Italia ha organizzato oltre 300 spettacoli umoristici in tutta Italia, ospitando i più interessanti comici italiani in circolazione ed è per questo diventata il punto di riferimento per gli spettacoli umoristici di qualità sul territorio nazionale.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    candidati-agli-amused-moose-comedy-awards-2022-[commedia-britannica]

    Candidati agli Amused Moose Comedy Awards 2022 [COMMEDIA BRITANNICA]

    dave’s-funniest-joke-of-the-fringe-2022-vinto-da-masai-graham-[commedia-britannica]

    Dave’s Funniest Joke Of The Fringe 2022 vinto da Masai Graham [COMMEDIA BRITANNICA]