in ,

Jeremy Dyson scrive il gioco commedia-horror VR The Burning Room [COMMEDIA BRITANNICA]

jeremy-dyson-scrive-il-gioco-commedia-horror-vr-the-burning-room-[commedia-britannica]

EsclusivoMercoledì 22giugno 2022, 4: 19pm di Jay Richardson

  • The Burning Room è un imminente gioco commedia-horror in realtà virtuale sceneggiato da Jeremy Dyson di The League Of Gentlemen
  • Un assaggio interattivo per il gioco presenta Jack Carroll in piedi come la voce del protagonista del gioco Jesse
  • Ambientato nel presente e nel passato industriale, il gioco “è unicamente britannico, e non solo spaventoso ma anche davvero divertente allo stesso tempo”, afferma il creatore Jon Aird
  • La stanza del fuoco. Jeremy Dyson

    The League Of Gentlemen’s Jeremy Dyson ha scritto una commedia horror in realtà virtuale, che British Comedy Guide può rivelare in esclusiva.

    Un assaggio interattivo per The Burning Room è stato prodotto a gennaio, con Jack Carroll in piedi che doppiava Jesse, il protagonista della storia. I creatori del gioco stanno ora cercando ulteriori investimenti per la versione integrale.

    Alternando il presente e il passato industriale britannico, il mistero della realtà virtuale è frutto di un’idea del produttore Jon Aird, che ha vinto un Bafta per la Psychoville Experience, una storia di accompagnamento online per la commedia oscura BBC Two. Attualmente sta anche producendo il pilot della sitcom di Dave Holier Than Thou.

    Dyson, che ha co-creato l’acclamata commedia del West End Ghost Stories con Andy Nyman, che la coppia ha successivamente trasformato in un film 2017, è stato portato a bordo per scrivere la versione del lungometraggio di The Burning Room, reimmaginando e aggiungendo elementi comici, dopo che un cortometraggio originale è diventato virale in 80.

    Quella versione Flash iniziale ha attirato più di 40 milioni di visualizzazioni online, grazie a YouTuber influenti come PewDiePie che condividono video di se stessi mentre ci giocano.

    “Jon mi ha mostrato il suo pezzo originale Burning Room e l’ho trovato davvero inquietante e intrigante”, ha detto Dyson a BCG. “Avendo già recitato nella sandbox dell’horror immersivo con Ghost Stories a teatro, mi sono emozionato per le possibilità qui.

    “Volevo davvero esplorare un regno più apertamente comico, attingendo ad alcuni dei 22 sono cose che amavo. Sono sempre stato molto affezionato a Return Of The Living Dead di Dan O’Bannon, che è un mix davvero unico di horror vero e proprio e commedia vera e propria. Ho pensato che questo Burning Room 2.0 potesse essere un posto dove farlo.”

    I giocatori controllano Jesse, un giovane sfortunato che si è appena trasferito in un appartamento di lusso in un edificio del 1900 che è stato restaurato e rinnovato. L’affitto è sospettosamente basso e la prima notte, vieni svegliato da rumori inquietanti provenienti dalla stanza umida. Da lì, devi intraprendere un viaggio nella notte che i creatori chiamano “terrificante ed esilarante”, per scoprire la verità sulla tua nuova casa e affrontare un empio avversario in agguato nelle profondità delle sue mura…

    Dyson ha tratto ispirazione dalla “storia locale intorno a me nel West Yorkshire, che è stato totalmente formato dalla rivoluzione industriale”. Anche se aggiunge, “negli ultimi anni sono diventato sempre più consapevole, come penso che molti di noi lo abbiano fatto, degli aspetti negativi di quella storia”.

    Sala ardente – Tavolo operatorio

    Più specificamente per l’ambientazione della storia, he ha ricordato l’esperienza di amici che si erano “trasferiti in un nuovo complesso residenziale che in realtà era un enorme ex ospedale psichiatrico.

    “Gli sviluppatori avevano finito i soldi durante il 2008 crash e quindi l’intero posto è stato congelato durante la transizione. Potresti passare dalle lussuose case a schiera direttamente nei blocchi abbandonati pieni di celle imbottite direttamente da [2001 film dell’orrore] Sessione Nove. Sembrava l’ambientazione perfetta per una storia contemporanea, piena zeppa di metafore in un modo molto poco sottile!”

    Un abile Galassiano e Giocatore di Asteroids in gioventù, ora ricollegandosi tardivamente al gioco attraverso la figlia più giovane , Dyson è stato “molto interessato alla realtà virtuale sin da quando ero un bambino, quando ho incontrato una storia sorprendentemente profetica in un’antologia di fantascienza per bambini che fondeva visori per la realtà virtuale con nanobot che volavano sopra i bombi, come un incrocio tra Avatar e Tesoro, ho ridotto i bambini . Purtroppo, non riesco a ricordare come si chiamasse la storia o chi fosse l’autore.”

    The Burning Room L’assaggio inedito di funge da prologo del gioco, incentrato sulla ricerca da parte di Jesse della chiave per sbloccare il suo nuovo appartamento.

    Ex Trollied e La star di Britain’s Got Talent Carroll “ha una grande consegna impassibile che contrasta perfettamente con gli eventi soprannaturali della storia” afferma Aird con entusiasmo. nel lungometraggio filmeremo gli attori, catturando le loro esibizioni e trasformandoli in personaggi CGI.”

    Dopo il suo lavoro in Psychoville, Aird si è riunito con Reece Shearsmith e Steve della Lega Pemberton per un episodio interattivo della loro serie antologica Inside No. 9. Ha anche prodotto storie e contenuti spin-off per Shooting Stars, The Wrong Mans e Come Fly With Me.

    Cita i giochi VR basati su L’esorcista , Blair Witch Project e Attività paranormali come prova dell’eccellente adattamento dell’orrore alla nuova tecnologia. Eppure sottolinea che “ The Burning Room ha una sceneggiatura di Jeremy Dyson, quindi è unicamente britannico, e non solo spaventoso ma davvero divertente allo stesso tempo.

    “Commedia e orrore vanno bene insieme perché si basano sul ritmo e sul tempismo, sull’elemento sorpresa e sull’accumulo e rilascio di tensione” sostiene. “Fondamentalmente per la realtà virtuale, in cui si vive tutto come se ci fossi davvero, la commedia e l’horror funzionano evocando risposte fisiche immediate: paura, risate, shock, sollievo… Le storie si basano su personaggi e dialoghi, ma in realtà virtuale si vuole essere attivo, quindi la sfida è dare al pubblico entrambe le cose. Nei panni di Jesse, puoi incontrare e parlare con altri personaggi, e puoi anche esplorare luoghi, maneggiare oggetti e persino abbattere muri.”

    Nonostante abbia stabilito una relazione professionale con Shearsmith e Pemberton, Aird non aveva mai lavorato con Dyson, “quindi è stato molto emozionante sviluppare la storia per The Burning Room insieme.

    “Jeremy è affascinato dall’horror e dal soprannaturale, ed è un maestro scrittore di commedie. Il suo lavoro attraverso film, TV e teatro, in particolare Ghost Stories, utilizza tecniche simili in termini di immersione del pubblico in ambienti inquietanti.”

    Sviluppato da Aird’s Boydey Produzioni e sviluppatori di software BetaJester, The Burning Room ha attirato denaro da XR Stories, un fondo di investimento artistico che incorpora Screen Yorkshire, il BFI, York University e Arts and Humanities Research Council, e sarà disponibile per giocare su un portatile Meta Qu cuffie est, PlayStation VR o cuffie simili nei prossimi due anni. Anche se potrebbe essere rilasciato in puntate episodiche prima di allora.

    “Ci piacerebbe creare una versione non VR o un gioco per console nello stesso spazio in modo che tutti possano sperimentare il mondo “Spiega Aird. “Ma alla fine la realtà virtuale sarà la prima casa di The Burning Room e il posto migliore per viverla.”

    Man mano che la tecnologia diventa più familiare e conveniente, la realtà virtuale potrebbe aprire nuovi orizzonti per gli scrittori di commedie, ad esempio rendendo le ambientazioni storiche più praticabili e offrendo più trame.

    Aird sottolinea che “quando faccio commedie televisive, sono abituato a trovare e vestire luoghi reali.

    “Questa è stata la prima volta che ho avuto il lusso di avere un l’intero set creato in CGI, il che significa che puoi spostare i mobili, aggiungere oggetti di scena e allestire abiti, cambiare i colori e persino spostare pareti o soffitti con un clic di un pulsante. Lavorare con gli attori è essenzialmente lo stesso: si tratta di provare le cose in termini di consegna e assicurarsi di catturare buone riprese.

    “La differenza è che potresti aver bisogno di più dialoghi alternativi, quindi puoi avere risposte diverse nel gioco – a volte ti faremo scegliere cosa dice Jesse agli altri personaggi. Il resto del processo è un po’ come sparare e modificare allo stesso tempo – dato che il gioco è costruito, posso metterlo l’auricolare e giocaci sopra, quindi collabora con il team creativo per sviluppare l’atmosfera, aggiungendo musica, utilizzando il sound design per aumentare la tensione e regolando il ritmo dell’azione per offrire un’esperienza emozionante ed esaltante.”

    Inizialmente iniziò a sviluppare The Burning Room in 2001 mentre lavorava alla BBC. E ha “ispirato il mio lavoro creando esperienze interattive per spettacoli come Psychoville e Inside No. 9.

    Il poster di The Burning Room. Copyright: Graham Humphreys

    The Burning Room manifesto. Copyright: Graham Humphreys2022

    “Quando uno dei personaggi di Psychoville è morto in una casa di riposo, sul sito web c’era un tour virtuale della sua stanza, dove hai ancora scoperto il suo fantasma indugiare. Per lo speciale di Halloween, ti abbiamo permesso di esplorare l’ufficio della malvagia infermiera Kenchington dove potresti trovare un’esperienza audio coinvolgente in cui ha eseguito esperimenti su di te. Ho creato un episodio interattivo per Inside No. 9 in cui gli spettatori potevano esplorare un appartamento di proprietà da due fratelli apparentemente bloccati in un ciclo temporale.

    “Grazie ai progressi tecnologici durante questo periodo, ora sono in grado di basarmi su questo lavoro precedente e tornare a The Burning Room per creare un mondo in cui puoi esplorare tutta una serie di luoghi diversi e incontrare una miriade di personaggi memorabili come ti avvicini alla verità al centro della storia.”

    Ora è in contatto con ot i suoi scrittori di commedie e drammi. E spera che “questo sarà il primo di molti progetti che produco utilizzando questa tecnologia. I film interattivi sono eccitanti per chiunque si sia seduto al cinema e abbia immaginato di vivere la vita dei personaggi sullo schermo. Esperienze come queste sono il futuro, non solo per la commedia e l’horror, ma per qualsiasi genere.

    “Voglio regalare alle persone un’incredibile corsa da brivido mettendole al posto di guida di un’avventura commedia-horror.”

    blank

    Scritto da Stand Up Comedy Italia

    Stand Up Comedy Italia, con i suoi 50.000 fan su Facebook (e migliaia di lettori giornalieri sul sito), è la più grande community italiana dedicata all'umorismo Stand Up. Da quando è stata fondata nel 2014 dal comico Nicola Selenu, Stand Up Comedy Italia ha organizzato oltre 300 spettacoli umoristici in tutta Italia, ospitando i più interessanti comici italiani in circolazione ed è per questo diventata il punto di riferimento per gli spettacoli umoristici di qualità sul territorio nazionale.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    ben-stiller-incontra-volodymyr-zelensky-in-ucraina-[thelaughbutton]

    Ben Stiller incontra Volodymyr Zelensky in Ucraina [THELAUGHBUTTON]

    joe-lycett-condivide-un'eccellente-risposta-dopo-che-la-battuta-e-stata-segnalata-alla-polizia-[indipendente]

    Joe Lycett condivide un'eccellente risposta dopo che la battuta è stata segnalata alla polizia [INDIPENDENTE]