in , , ,

La cattiva commedia ha ispirato Ari Shaffir a trasformare l'ebreo in uno speciale dell'ora assassina, e devi vedere la registrazione questo fine settimana [INTERROBANG]

la-cattiva-commedia-ha-ispirato-ari-shaffir-a-trasformare-l'ebreo-in-uno-speciale-dell'ora-assassina,-e-devi-vedere-la-registrazione-questo-fine-settimana-[interrobang]

ari shaffir jew

Il comico Ari Shaffir sta finalmente girando Jew, la sua quarta commedia speciale esplosiva ed esilarante sabato e domenica giugno 11-12 a Brooklyn. Dopo che molti degli spettacoli sono andati esauriti, Shaffir e il suo team hanno deciso di aggiungere più posti, così hai ancora la possibilità di essere lì per vedere il culmine di 5 anni di formazione (meno un anno circa di pausa dal materiale).

Shaffir è noto per andare in posti che altri non oserebbero. Ci sono molti fumetti che pensano di sapere cosa significa superare i limiti, ma Ari vive in quello spazio a tempo pieno, quindi pochi possono eguagliare la sua impavidità nel trattare argomenti proibiti. È sicuro di sé, al limite dell’arrogante, e davvero non gliene frega un cazzo se ferisci i tuoi sentimenti per le sue battute. Inoltre non è uno stronzo e non sparge parole a buon mercato per il valore dello shock. Vuole scioccarti, e ti scioccherà, ma non senza scopo e non senza farti ridere. È un professionista e l’ha già fatto. The Amazing Racist, Revenge for the Holocaust, This is Not Happening, Passive Aggressive e il suo speciale Netflix, Double Negative, lo hanno aiutato a costruire questa reputazione. Provocatorio, pericoloso, esilarante. Lo fa di nuovo con il suo nuovo spettacolo, Jew.

Shaffir ha reso speciale questo sulla sua stessa storia crescendo come ebreo ortodosso e portando il pubblico più a fondo nella comunità di quanto chiunque altro abbia mai fatto prima. In quanto insider (Shaffir è nato, cresciuto ed educato ortodosso) e outsider (dopo due anni alla Yeshiva ha lasciato la sua religione alle spalle, diventando ateo), Shaffir è la persona perfetta per esaminare, smontare e infilzare le assurdità di religione.

Sara Dahms ha visto lo spettacolo in 2020 ed è rimasta sbalordita. Puoi leggere le sue reazioni qui. Non ho ancora visto lo spettacolo, ma ho parlato con Shaffir prima della registrazione di ciò che è servito per portare a compimento l’ebreo.

Nella primavera di 2017, l’idea è iniziata con una battuta sul palco, che ha fatto meglio con il pubblico di quanto si aspettasse. Questo gli ha fatto pensare se c’era un filo che poteva raccogliere per un’ora. Quel pezzo ora è diventato più vicino allo spettacolo (che non darò via) e da allora ha continuato a costruire.

Più o meno nello stesso periodo, Shaffir ha detto di essere andato alla famigerata Edimburgo Festival marginale con il suo spettacolo di narrazione, This is Not Happening. Ha descritto il viaggio come il suo momento “I Beatles vanno in India” e non ha usato mezzi termini su ciò che ha vissuto lì. Shaffir ha detto che avrebbe visto tutti fare spettacoli a tema, un uomo o una donna, ma non era impressionato e sapeva che poteva fare quello che stavano cercando di fare. Ha detto che i temi erano più un artificio che un motivo legittimo e non pensava che andassero davvero per ridere. “Fanno tutti temi lì, ma fanno schifo”, ha detto, senza mezzi termini. “Semplicemente non sono divertenti.” Shaffir pensa che ci siano alcuni ragazzi che lo fanno bene, ma la maggior parte di loro non lo fa. “È perché escono tutti dal teatro. Questa è la loro posizione lassù”, ha detto. “Quindi sono ancora come vivere in quel mondo e io sono tipo, Ugh. E poi quando l’hai visto… hai visto – la fottuta Hannah Gadsby, sai? E qui è stata derisa soprattutto perché non capivano quella cosa del teatro. Sì. E proprio non mi piace quello stile. È solo che puoi essere divertente in questo. Non c’è motivo per non farlo.”

Così ha voluto fondere il meglio dello stile newyorkese in piedi, con l’idea di un’ora a tema e mostrare a Edimburgo come si fa. “Ero tipo, tornerò tra due anni. Ti mostrerò com’è un’ora americana. Il piano era di farlo e poi mostrare loro come sarebbe stato un tema se l’avessero reso fottutamente divertente, sai, l’America.”

Va bene, allora ha ammesso, ha fatto ebreo per dispetto. “Non voglio nascondermi da quello. Sto davvero cercando di sbatterglielo in faccia”, ha detto.

Ma una volta che ha avuto un’ora divertente forte, sapeva di avere ancora alcune sfide da affrontare. Ari sapeva che fare l’ora lo avrebbe aperto a molte critiche – critiche da parte di rabbini, ebrei ortodossi, esperti religiosi, vecchi amici che gli dicevano che aveva sbagliato – quindi doveva assicurarsi di lavorare davvero all’ora. “Iof non ho trattato abbastanza di un argomento o non l’ho fatto fino in fondo, (dicevano) oh, beh sì, l’hai fatto, ma non l’hai fatto fallo in questo modo. L’hai lasciato fuori. Quindi ero tipo, no, no, vorrei rispondere a tutte le tue, quali sarebbero le loro critiche secondo me. Quindi non possono dire un cazzo.”

Ari ha lavorato allo spettacolo come un’ora di narrazione in posti come The Stand e The Creek and the Cave, ed Edimburgo, ma ha anche lavorato pezzo per pezzo come standup nei club per assicurarsi che ogni parte fosse indipendente, per assicurarsi che potesse seguire alcuni dei migliori fumetti con il materiale. Ha anche fatto alcune domande e risposte dopo alcuni spettacoli per scoprire cosa sono le persone curiose, cosa risuona davvero e per avere la possibilità di scoprire dai critici più severi se ha sbagliato qualcosa. Le domande portavano inevitabilmente a più materiale per lo spettacolo. “ Perché sarei tipo, oh, è questo a cui state pensando? Ricevi sempre le stesse domande. E vorresti, ok, chiaramente tutti ci stanno pensando. Ha anche scoperto che, anche se le storie riguardavano la sua educazione, gli estranei alla cultura potevano davvero relazionarsi, perché crescendo hanno avuto le loro strane cose. “N gli ebrei hanno molti modi per relazionarsi con questo e anche gli ebrei ne hanno.” E poi ha imparato anche dalla critica. “Faccio in modo che alcuni ebrei dicano “questo non è successo”. Sono tipo “oh, ti sbagli. L’ho ricercato. Mi ricordo.” Quando riceveva quel tipo di risposte, tornava indietro e si assicurava che le sue informazioni non fossero solo valide, ma a prova di rabbino. Una sessione di domande e risposte lo ha persino portato a lasciar perdere un pezzo lungo ed esilarante su Noah. “Ho avuto questo lungo pezzo, voglio dire, un pezzo killer sui figli di Noah 40 e su quello che ha fatto alla figa di sua moglie”, mi ha detto. Ma ha dovuto abbandonare quel pezzo dopo aver incontrato un rabbino che gli ha detto che Noah sicuramente non aveva 40 figli – aveva un numero normale di figli. “ Dico, no, è sbagliato. Lui va, era tipo, Ehi amico, non mi interessa davvero. Non sto cercando di prenderti in giro. Ma tipo, ti sbagli, ti sbagli. E poi l’ho guardato ed è come, sì. Non 40, nemmeno vicino. Quindi ho perso molto materiale per la ricerca. Tutto deve essere vero.”

Sai già che Ari è divertentissimo, sai che spingerà ogni pulsante, ogni confine, ogni limite che può può, e sai che non sacrificherà la verità per le risate.

E il merchandising e il marketing saranno come niente che tu abbia mai visto prima.

Devi vedere l’ebreo, e sai che qualcuno cercherà di cancellarlo, quindi nel caso non veda mai la luce del giorno, porta il tuo culo a Brooklyn questo fine settimana per vedere Ari Shaffir registrare la sua nuova ora, ” Ari Shaffir: Jew.”

Nastri di “Ari Shaffir: Jew” alla Roulette su Atlantic Avenue a Brooklyn, sabato giugno 06 e domenica giugno 12, due spettacoli ogni sera. Per i biglietti vai su arishaffir.standuptix.com e usa il codice JEW per ottenere uno sconto di $ 5.

Leggi altre notizie sulla commedia.

blank

Scritto da Stand Up Comedy Italia

Stand Up Comedy Italia, con i suoi 50.000 fan su Facebook (e migliaia di lettori giornalieri sul sito), è la più grande community italiana dedicata all'umorismo Stand Up. Da quando è stata fondata nel 2014 dal comico Nicola Selenu, Stand Up Comedy Italia ha organizzato oltre 300 spettacoli umoristici in tutta Italia, ospitando i più interessanti comici italiani in circolazione ed è per questo diventata il punto di riferimento per gli spettacoli umoristici di qualità sul territorio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

vite-serie-2-in-arrivo-su-canale-4-[commedia-britannica]

Vite Serie 2 in arrivo su Canale 4 [COMMEDIA BRITANNICA]

dave-chappelle-dona-tutti-i-proventi-dello-spettacolo-di-buffalo-alle-vittime-della-sparatoria-[thelaughbutton]

Dave Chappelle dona tutti i proventi dello spettacolo di Buffalo alle vittime della sparatoria [THELAUGHBUTTON]