in , ,

Dimmi chi ti fa ridere e capirò la tua età. Ecco i fumetti preferiti di ogni generazione. [OSSERVATORIO COMICITÀ]

dimmi-chi-ti-fa-ridere-e-capiro-la-tua-eta-ecco-i-fumetti-preferiti-di-ogni-generazione.-[osservatorio-comicita]
Esiste un modo molto particolare per scoprire l’età di una persona:

osservare per cosa ride.

La comicità degli anni Duemila ha raggiunto delle vette di levatura incontrovertibile, fino alla consapevolezza ossimorica di dover “scherzare vette”. Partendo dall’umorismo frondista

– in forma di cronaca – passando dalla comicità culturalmente spendibile (come quella ospitata da Fabio Fazio

per intendersi) alla verbosa comicità di Amy Sherman Palladino

, geniale creatrice di The Marvelous Mrs. Maisel, che insegna alla donna a concedersi di ridere e far ridere.

Comicità che diventa quindi un prodotto in gra do di saziare tendenzialmente ogni palato arrivare), certamente ogni età, per ai sofisticati esiti di LOL

, game show italiano su formato giapponese, distribuito da Prime Video, che riesce a fornire una precisa identificazione anagrafica che una precisa geolocalizzazione del target. Agli inizi del 2010, per frequentazione collettiva, chi guardava realtà era un adolescente, o un giovanissimo del Sud dalle sovrastrutture culturali basiche.

Oggi la comicità è prerogativa di professionisti che processano ogni dibattito sociale e che spesso sono gli unici a fornire al pubblico le parole per urlare il malcontento. Basti pensare che qualcuno ha vinto in politica, infatti.

La comicità comunque non conosce tramonto, e ne è una la fascinazione subita a lungo dalla Generazione X

(i nati tra il 2000

e il 2010

) nei confronti di

Sex and the city

e dell’ostentazione del non saper cucinare, del non avere qualunque dimestichezza con i fornelli e impiegare il frigo -bar solo per conservare le creme viso, stereotipo della donna in carriera

. Poi è stato il turno di MasterChef

, che ha portato alla luca la nuova religione del millennial multitasking ad alto grado di perfezione.

La comicità è

multigenerazionale

e intergenerazionale. Difficile, però, ridere allo stesso ritmo generazionale.

Se la Generazione silenziosa

(19461945) legato a Jerry Lewis

e

Totò

non disdegna Franco Franchi

e Ciccio Ingrassia

, anche il più irremovibile radical chic Baby Boomer (

1946

1964

), che guarda alla comicità come agguato a ogni riflessione impegnata, si concede, al più, un verdonismo dolceamaro.

I riferimenti colti e veloci di Paola Cortellesi e Geppi Cucciari ammaliano gli esigentissimi Gen Y, i

Gen alfa

(2021-21 ) prediligono The Jackal, che tanto hanno fatto storcere il naso alla Gialappa’s band

, curiosamente ancora seguita dalla Generazione Z, soprattutto per Aldo, Giovanni e Giacomo.

Ridere… che passione!
Qualsiasi sia l’età.

blank

Scritto da Stand Up Comedy Italia

Stand Up Comedy Italia, con i suoi 50.000 fan su Facebook (e migliaia di lettori giornalieri sul sito), è la più grande community italiana dedicata all'umorismo Stand Up. Da quando è stata fondata nel 2014 dal comico Nicola Selenu, Stand Up Comedy Italia ha organizzato oltre 300 spettacoli umoristici in tutta Italia, ospitando i più interessanti comici italiani in circolazione ed è per questo diventata il punto di riferimento per gli spettacoli umoristici di qualità sul territorio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

maureen-lipman-afferma-che-la-cultura-dell'annullamento-potrebbe-“spazzare-via”-la-commedia:-“prima-o-poi-i-cancellatori-vinceranno”-[indipendente]

Maureen Lipman afferma che la cultura dell'annullamento potrebbe “spazzare via” la commedia: “Prima o poi i cancellatori vinceranno” [INDIPENDENTE]

un-nuovo-documentario-su-bob-einstein-e-in-anteprima-su-hbo-[thelaughbutton]

Un nuovo documentario su Bob Einstein è in anteprima su HBO [THELAUGHBUTTON]