in , ,

L'ultimo lavoro del grande Gigi Proietti: “Io sono Babbo Natale”. [OSSERVATORIO COMICITÀ]

l'ultimo-lavoro-del-grande-gigi-proietti:-“io-sono-babbo-natale”.-[osservatorio-comicita]
A un anno dalla sua morte, Gigi Proietti torna a vivere per il suo pubblico, almeno sul grande schermo.
Lo fa con il film “Io sono Babbo Natale

“, pellicola firmata da Edoardo Falcone, che arriva nei cinema con la Lucky Red

dopo essere stato evento di pre apertura alla Festa di Roma

.

Proietti veste il ruolo di Babbo Natale, affiancato da un grande Marco Giallini

, calato nel suo personaggio di romano disincantato e un po’ coatto.

Ad essere attraenti quindi non saranno soltanto le atmosfere magiche

tipiche della ricorrenza, la neve, le lucina, i caminetti accesi e la trama piena di sentimento

. rattutto, quel protagonista d’accezione, l’attore che tutti rimpiangiamo e che avremo la gioia di rivedere nei panni di un personaggio così e caldo.

«Cosa ho imparato da Proietti? – commenta Giallini

– Ho imparato da lui anche quando non lo conoscevo, da certi personaggi assorbi tutto, sono sempre dei tuoi riferimenti. È stato un privilegio passare tanto tempo con lui, per me era diventato come un padre

. Che non stava bene non si capiva troppo, quando iniziava il ciak si alzava di botto e sembrava avesse vent’anni. Gli chiedevo spesso “come stai? Me vié da piagne a pensarlo”… e lui rispondeva sempre con la sua ironia: “Abito in via di guarigione”».

Nel film il rapporto tra i due attori è molto particolare, inizia così una convivenza strana e sgangherata tra il turbolento Ettore

e un Babbo Natale sui generis, che sciatica e reumatismi costringeranno ad una pausa forzata durante la quale toccherà al nuovo arrivato fare da sostituto, non senza rocambolesche deviazioni di percorso.

Il regista costruisce l’intera storia combinando le atmosfere calde e le suggestioni del racconto natalizio

, con quelle del realismo contemporaneo

: così l’apprendista di Babbo Natale è un ex detenuto con un passato turbolento e un’infanzia negata, il cui unico pensiero è come riuscire a mettere a segno il prossimo colpo; mentre Babbo Natale è un uomo comune, che quando non è impegnato a leggere letterine, calarsi nei camini o sorvolare le città di mezzo mondo, va a fare la spesa al mercato, dà da mangiare ai piccioni e si diletta in lunghe passeggiate.

Nel cast del film anche Barbara Ronchi

, Daniele Pecci

e Antonio Gerardi

.

Qui

il trailer.

blank

Scritto da Stand Up Comedy Italia

Stand Up Comedy Italia, con i suoi 50.000 fan su Facebook (e migliaia di lettori giornalieri sul sito), è la più grande community italiana dedicata all'umorismo Stand Up. Da quando è stata fondata nel 2014 dal comico Nicola Selenu, Stand Up Comedy Italia ha organizzato oltre 300 spettacoli umoristici in tutta Italia, ospitando i più interessanti comici italiani in circolazione ed è per questo diventata il punto di riferimento per gli spettacoli umoristici di qualità sul territorio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

abatantuono-e-matano-insieme:-al-cinema-c'e-“una-notte-da-dottore”.-[osservatorio-comicita]

Abatantuono e Matano insieme: al cinema c'è “Una notte da dottore”. [OSSERVATORIO COMICITÀ]

darren-harriott-si-unisce-a-sara-cox-nello-show-della-bbc-two-i-migliori-takeaway-della-gran-bretagna-[commedia-britannica]

Darren Harriott si unisce a Sara Cox nello show della BBC Two I migliori takeaway della Gran Bretagna [COMMEDIA BRITANNICA]