in , , , , ,

Neil Young fa scegliere a Spotify tra la sua musica e Joe Rogan, si schierano con Rogan [THELAUGHBUTTON]

neil-young-fa-scegliere-a-spotify-tra-la-sua-musica-e-joe-rogan,-si-schierano-con-rogan-[thelaughbutton]

Se hai trascorso del tempo su Internet negli ultimi anni, saprai che Joe Rogan è diventato un argomento caldo, in particolare su Twitter. Ciò è cresciuto solo quando Rogan è diventato un critico esplicito di alcune cose come dare piattaforme ai teorici della cospirazione, essere critico nei confronti dei mandati del vaccino COVID e mettere in discussione i ruoli dei transgender negli sport da combattimento nel suo podcast estremamente popolare, L’esperienza di Joe Rogan. Gli stessi dipendenti di Spotify hanno lanciato l’allarme su questi problemi con i pulsanti caldi all’inizio quando Rogan stava facendo il salto su Spotify per la prima volta e proprio il mese scorso, 250 le professioni mediche hanno esortato Spotify a interrompere la trasmissione di Rogan.

L’ultimo critico a è stato Neil Young. Lunedì, Young ha pubblicato una lettera aperta da allora cancellata sul suo sito web. Nella lettera, ha chiesto a Spotify di scegliere tra lui e Rogan. “Lo sto facendo perché Spotify sta diffondendo informazioni false sui vaccini, causando potenzialmente la morte di coloro che credono che la disinformazione venga diffusa da loro”, ha scritto Young. “Per favore, agisci su questo immediatamente oggi e tienimi informato sul programma orario.”

Young ha aggiunto: “Voglio che tu faccia sapere immediatamente a Spotify OGGI che voglio tutto il mio musica dalla loro piattaforma”, ha continuato. “Possono avere Rogan o Young. Non entrambi.”

Ha continuato: “Con una stima 11 milioni di ascoltatori per episodio, JRE, che è ospitato esclusivamente su Spotify, è il il podcast più grande del mondo e ha un’enorme influenza. Spotify ha la responsabilità di mitigare la diffusione della disinformazione sulla sua piattaforma, sebbene la società al momento non abbia una politica di disinformazione. con Rogan. Ciò significa che stanno attualmente rimuovendo tutta la musica di Neil Young dalla piattaforma, con effetto immediato.

“Vogliamo tutta la musica del mondo e il contenuto audio sarà disponibile per gli utenti di Spotify. Da ciò deriva una grande responsabilità nel bilanciare sia la sicurezza per gli ascoltatori che la libertà per i creatori. Disponiamo di norme dettagliate sui contenuti e le abbiamo rimosse in 20,000 puntate podcast legate al COVID dall’inizio della pandemia. Ci rammarichiamo per la decisione di Neil di rimuovere la sua musica da Spotify, ma speriamo di dargli il benvenuto presto di nuovo”, ha detto a THR un portavoce di Spotify.

Questa non è la prima volta che Young ha avuto problemi con Spotify. Anni fa, ha rimosso tutta la sua musica dalla piattaforma per come suonava. Alla fine ha ceduto perché “È lì che le persone ottengono la musica”. Anche Rogan deve ancora commentare questo scossone. E francamente, saremmo un po’ sorpresi se lo facesse, dato che non ha risposto a nessuno dei precedenti.

Anche se può essere una finta lode Spotify per essere rimasto fedele al loro comico, specialmente in un momento in cui i fumetti vengono spesso gettati sotto l’autobus al minimo conflitto. Sono ancora là fuori a rovinare la comunità comica non pagando le royalty dovute ai fumetti. Inoltre, Rogan, lui stesso un fumetto, potrebbe facilmente far luce sulla situazione affrontandola nel suo podcast e tentando di portare parte della sua grande influenza nella direzione dei suoi capi.

Ezoic

768

blank

Scritto da Stand Up Comedy Italia

Stand Up Comedy Italia, con i suoi 50.000 fan su Facebook (e migliaia di lettori giornalieri sul sito), è la più grande community italiana dedicata all'umorismo Stand Up. Da quando è stata fondata nel 2014 dal comico Nicola Selenu, Stand Up Comedy Italia ha organizzato oltre 300 spettacoli umoristici in tutta Italia, ospitando i più interessanti comici italiani in circolazione ed è per questo diventata il punto di riferimento per gli spettacoli umoristici di qualità sul territorio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

brand-e-comicita:-una-relazione-pericolosa-[osservatorio-comicita]

Brand e comicità: una relazione pericolosa [OSSERVATORIO COMICITÀ]

barry-cryer-muore-a-86-anni-[commedia-britannica]

Barry Cryer muore a 86 anni [COMMEDIA BRITANNICA]