in , , , , ,

Parlando con Alex Hooper del suo album comico, della torrefazione e altro ancora [THELAUGHBUTTON]

parlando-con-alex-hooper-del-suo-album-comico,-della-torrefazione-e-altro-ancora-[thelaughbutton]

Alex Hooper non pensava che sarebbe diventato un comico arrosto. Inoltre, dopo essere stato fischiato a America’s Got Talent, non pensava che sarebbe mai stato invitato a tornare. Entrambi si sono rivelati veri, così come molto altro ancora.

Il personaggio che Alex Hooper ha adottato è affascinante di per sé. Può trasformarsi in 5 secondi dal parlare di positività e aiutare a ispirare le persone a sviscerarti completamente come un arrosto. Poiché la tostatura ha spesso una connotazione negativa ad essa associata, è rinfrescante quando vedi qualcuno portare un po’ di luce sul procedimento.

Sebbene le apparizioni di America’s Got Talent di Alex Hooper siano ciò che gli ha attirato più attenzione, ha fatto molto di più Quello. Fa parte di Roast Battle – sia lo show che al Comedy Store – ormai da anni. Ha anche scritto un libro, Roast Yourself to Happiness. E a marzo ha pubblicato un nuovo album, Calm Down Peasants, che puoi trovare qui.

Noi di recente ha parlato con Alex dell’album, del suo amore per gli album comici della vecchia scuola, di come ha trovato il suo personaggio sul palco, il roasting, il suo libro e molto altro ancora.

Entriamo subito dentro. Quando hai registrato l’album?

Dovevo registrarlo per la prima volta ad aprile di 2020.

Cosa è successo la?
(Ride). Non sono molto sicuro. Una specie di crisi mondiale. Quindi non l’ho registrato fino al 2 ottobre 2021. Quindi è stato spinto per circa 18 mesi, completamente cambiato in quel periodo. C’erano dei pezzi a cui non riuscivo più a trattenere o a cui non ero attaccato o li liberavo in altri modi. E onestamente, penso che l’album sia migliorato molto solo perché ho avuto il tempo di sedermi e pensare “Beh, cosa voglio che sia?” Soprattutto in un mondo pandemico come viene fuori. Devo parlarne un po’ ma anche non troppo perché diventi completamente questo momento segnato dall’orario in cui nessuno lo vorrà più ascoltare tra un anno.

E penso che tipo di fatto il tema. Non c’era molto tema nell’album prima. Ma mi sono reso conto di quanto stavo crescendo forzatamente a causa della pandemia. E poi questo lo ha reso davvero come “Oh. Tutto ciò di cui sto parlando in questo momento è qualcosa che ha favorito il mio avanzamento emotivamente o mentalmente o fisicamente o spiritualmente. E questo è diventato improvvisamente un tema di sottolineatura e una linea passante per l’intero pezzo.

Assolutamente. E ho anche riconosciuto la tua parte sull’avere COVID da una parte di Instagram che hai fatto.
Sai, penso che le cose migliori nascano organicamente. Ed è solo una questione per il comico rendersi conto che è un momento catturabile. Penso che molte volte succeda qualcosa di divertente, interessante o strano, e lo lasciamo davvero passare. Ma il nostro lavoro è scomporlo e dire “Come faccio a resistere alla prova del tempo e renderlo divertente per sempre e non solo adesso?”

E mentre parliamo dell’album, devo chiederti del Driving Blue remix. Come è successo?
Quindi Driving Blue è stato uno dei pezzi più popolari del mio primo album. È un po’ eccentrico. È molto strano. Sono molto io. E uno dei miei amici, che è un musicista, un giorno mi ha appena inviato questo brano e mi ha detto “Ehi. Ho fatto qualcosa con questo. Controlla.” E ho pensato che fosse così divertente ed esilarante.

E quando ero bambino, molti CD contenevano una bonus track o una traccia segreta. Nell’era digitale, è più difficile perché non puoi semplicemente nascondere una traccia da qualche parte lì dentro, come potevi fare una volta. Ma ho anche pensato: “Non sarebbe fantastico per i miei veri fan che conoscono il mio primo album se avessero qualche piccolo bonus in più alla fine di questo?” E ho anche pensato che avrebbe potuto far andare le persone ad ascoltare il primo album che non l’hanno sentito. Perché nel periodo in cui ho pubblicato il primo album in 2018 fino ad ora, ovviamente ho aumentato così tanto la mia base di fan grazie a America’s Got Talent e un sacco di altre cose. Quindi volevo solo fare qualcosa di divertente. E mi ha fatto ridere così tanto. Quindi ero tipo “Sai una cosa? Penso che anche altre persone apprezzeranno questo.”

Era una cosa nel 80 e 90 in particolare . Dove gli album Comedy avrebbero una traccia musicale alla fine.
Sì. Mi piace quella roba del ritorno al passato. E mi piacciono quegli album in stile classico. Questo album è stato davvero creato per essere ascoltato come un album. Ovviamente puoi ascoltare le singole tracce e risalteranno e saranno divertenti e lo capirai. Ma ci sono così tanti richiami a strati in questa cosa. Qualcosa che senti sulla traccia due riapparirà sulla traccia 14. Ha più senso in questo modo.

E le persone non creano album come una volta. Tutti stanno solo cercando di creare tracce singolari. Mi piace il quadro generale delle cose. Mi piacciono queste grandi idee che si uniscono.

E gli album comici non sono così popolari come lo erano una volta, ovviamente. È stato tutto sostituito da 99 offerte speciali per cento.

Come qualcuno che va a vivere spettacoli comici quasi tutte le sere della mia vita , guardare uno speciale non fa per me. Perché so cosa fanno quei pezzi nella stanza e so come appaiono. E mi annoio. Ma se mi dici che hai un album e che ho un’ora di macchina e posso semplicemente metterlo in macchina ed essere immerso in esso – mi sento come se fossi nella stanza -, per me è un’esperienza così migliore ascoltare un album che guardare uno speciale.

Non potrei essere più d’accordo. E quindi quali sono stati alcuni degli album comici che hai ascoltato da piccolo?
Quindi ascoltavo molto… Come al college, mi piaceva molto David Cross: Shut Up You F*cking Baby . Quell’album ha avuto un enorme impatto su di me. Solo perché aveva una tale prospettiva e un tale punto di vista. Avevo visto molti speciali comici. Ma non avevo ascoltato molti album diretti. E ricordo di essere cresciuto – quando ero 12 o 13 – Affittavo ogni speciale di Andrew Dice Clay che avevano nel negozio di video. Prendevo tutti quelli di Eddie Murphy, quelli di George Carlin. Ero solito fare irruzione nella sezione delle commedie.

E poi ogni volta che usciva un album, come ascoltavo Mitch Hedberg. Album che erano molto puri così. Questo tipo di definizione ha definito lo stile da cui sarei stato in grado di essere influenzato. Come se potessi essere irriverente e innocuo e continuare a far sapere alle persone chi sei. E penso che David Cross e Mitch Hedberg ne siano un ottimo esempio. Perché David Cross è tipo “Questa è la mia opinione. Te lo dirò e te lo ficcherò in gola”. E Mitch Hedberg è tipo “Potresti essere in grado di imparare chi sono se lo analizzi un po'”.

Totalmente. E parlando di stile, quando ti sei sentito come se sul palco eri abbastanza a tuo agio da attingere a quel luogo di essere unico o individuo? Perché chiunque ti abbia visto può dire quanto sei unico come artista.
Mi sono sempre sentito come se stessi facendo qualcosa di un po’ diverso ed ero molto sperimentale nei miei primi anni. Ma quando sono davvero diventato mio è stata la prima volta in assoluto che ho fatto Roast Battle in completo costume, in pratica. Quando sono uscito come lo stesso personaggio che avevo nel primo America’s Got Talent, ho capito che non devo giocare secondo le regole o l’adattamento di nessuno nella scatola di nessuno. Perché era così spaventoso per me pensare “Sono il numero uno dei Roast Battler a Los Angeles”, lo ero da un anno. E mi stavo annoiando. Non è sempre divertente essere il primo classificato, anche se stai ricevendo riconoscimenti. E ho pensato: “Indosserò davvero questo costume? Come un tail e un unitard per esibirsi al The Comedy Store? Cosa sto facendo?”.

E poi ho pensato ai miei eroi personali come Jim Carrey, Sam Kinison – non nella maggior parte del suo approccio alla vita, ma nel suo stile comico. Ero tipo “Hanno usato lo Store per capire chi erano e cosa potevano essere”. Ed è esattamente quello che stavo facendo la prima volta che l’ho indossato. E l’ho fatto e mi ha cambiato la vita. Era come “Wow! Posso fare tutto quello che voglio. Dipende tutto da me. E le persone o lo capiranno o non lo faranno. Ma le persone che si legheranno davvero a me come fan”. E questo era importante per me. Per distinguersi dal branco.

E non piace a tutti. Se non sono per te, amico, ho capito. Non sono per molte persone. Ma quelli che sono per me penso che si attacchino davvero perché vedono qualcosa di diverso in me. Sono il tema oscuro, ma pieni di stupidità, amore e divertimento. Questo è davvero quello per cui vado.

Mi piace che tu abbia potuto prendere la tostatura – qualcosa che è sempre stato visto come molto scuro e crudo – e arrivarci con un atteggiamento giocoso e positivo. C’è un contrasto lì che hai trovato.
Sì. La dicotomia di essere questo comico positivo, ottimista e pieno di felicità, ma anche avere quel lato di me che può sviscerarti verbalmente o entrare nei temi più oscuri possibili, amo quella natura paradossale. E penso che sia questo che lo rende divertente. E quando mi vedi fare un set completo, mi sento davvero come se mi vedessi portare il pubblico in un giro completo. Perché nella stessa battuta predico l’amore illimitato, ma sto anche dicendo a un bambino di uccidersi. (Ride). È come “Ehi, è qui che stiamo andando. Questa è la realtà. Spero che vi piaccia.”

Quando eri in America’s Got Talent, e vieni fischiato, c’è qualche parte di te che si è crogiolata in questo?

All’epoca no, perché era così travolgente. Non sono stato in grado di godermela appieno fino a quando non è andato in onda. Non sapevo come sarebbe stato. La mia memoria era abbastanza chiara su quello che era successo, ma era tutto messo insieme. Sono stato sul palco per 7 minuti e mezzo e stavo solo cercando di ricordare cosa diavolo è successo lassù. Quando l’ho visto, però, ho pensato “Wow. Sembro abbastanza coraggioso. Ho davvero tenuto testa a me”.

E poi quando è arrivato su Internet e la gente ha iniziato a dire “Amico, chi è questo? Questa è una merda leggendaria. Questa è la migliore audizione che abbia mai visto”. Poi ho pensato “Oh. Ora capisco l’impatto di quello che ho fatto”. Perché ho passato 2 mesi e mezzo a impazzire. (Ride). Che questo mi avrebbe rovinato in qualche modo. Che sarebbe finita la mia carriera. Che avrebbero rilasciato il video come “Il comico amatoriale elegante pensa di essere qualcuno. Mettiamolo al tappeto”. Quindi il fatto che i produttori mi rispettassero e dicessero “No. questo ha un merito e lo otteniamo”, questo mi ha davvero sollevato. Quando hanno pubblicato la clip, era “Professional Roaster Insults the AGT Judge’s Panel”. Mi hanno dato quel titolo. Ed è stato davvero un onore.

E poi tornare indietro, anche nella stagione del COVID che è stata per molti versi strana e difficile, solo per avere quel riscatto che mi hanno permesso di tornare e farlo altre due volte è stata davvero una sensazione incredibile. E rinuncio a quello spettacolo per avermi permesso onestamente di essere me stesso tanto quanto loro. Perché c’erano molte cose con cui mi sento come se fossi riuscita a farla franca e che avrebbero potuto essere come “Non lo stai dicendo. Non lo stai facendo. Ma erano piuttosto comprensivi. Mi dicevano sempre “Tu sei l’artista. Potremmo dover respingere, ma tu fai quello che vuoi fare.

E ovviamente tutto si stava spegnendo proprio mentre lo facevi tu.
Mi piace sentirlo perché è stato un momento difficile per me farlo. Ma è stato anche un momento difficile per me promuovere questa cosa. Era come “Ehi ragazzi! Questa è una grande opportunità! Sono in TV”. E la gente diceva “Non abbiamo cibo”. E io sono tipo “Oh. Giusto. Farò un passo indietro”. Ognuno era così nel proprio mondo a quel punto, ma cercava di adattarsi a questa novità. Quell’opportunità è stata enorme per me e mi ha davvero tenuto a galla mentalmente anche durante la pandemia.

E mi ha anche dimostrato che potevo farlo per un capriccio. Senza esercitarsi, senza testare queste battute, senza avere un pubblico. e ogni cosa in ognuna delle mie esibizioni AGT è l’incubo di un comico. Ci sono tre diverse situazioni da incubo in ognuna per ragioni diverse. E il fatto di essermi innalzato al di sopra di tutti loro mi ha dimostrato che sono più resiliente di quanto mi fossi dato credito.

Facciamo un salto un po’. L’anno scorso sei uscito con uno speciale incentrato sul tuo primo viaggio a Londra. Come è successo?
Stavamo per fare un 7- bobina di sfrigolio minuto come questa prova del concetto per questa idea più grande che avevo per uno speciale. Ma il COVID ha scartato tutti questi piani per farci fare cose più grandi. E il mio amico che l’ha fatto Kyle era proprio come “Amico. Ho un sacco di filmati qui. Lascia che ne metta insieme un po’ e escogita una sorta di narrativa che faccia sembrare che avesse una sorta di scopo o piano.”

Per quanto sono orgoglioso che sia uscito , era molto combinato con quello che avevamo. Se avessimo davvero avuto un piano in corso, avremmo effettivamente potuto realizzare qualcosa che avesse più di una linea passante. Ma quello che ne è venuto fuori è stato uno sguardo molto interessante sulla vita di un cabarettista mentre viaggia in un posto nuovo. Il modo migliore in cui l’ho sentito descritto è stato “È come Anthony Bourdain come attore. Lo sto guardando assaggiare il cibo della cultura locale, incontrare la gente, salire sul palco per fare quello che fa e semplicemente correre per questa nuova città”. E penso, se non altro, sono felice di mettere qualcos’altro là fuori. Ma mi piace davvero quanto fosse diverso. E la gente diceva che era come essere in tour con me.

È stata la prima volta che ti esibisci fuori dall’America? No. Ho fatto spettacoli in Messico, Buenos Aires, Thailandia e Canada. Quella era la prima volta che andavo nel Regno Unito Fondamentalmente ci andavo da solo. Ma poi l’ho detto a un paio di amici e loro mi hanno detto “Vogliamo venire”. E io ero tipo “Va bene, ma ho intenzione di fare stand-up. Sappilo. Ed erano tipo “Sì. Ma non stai in piedi tutto il giorno. Correremo in giro durante il giorno e tu farai i tuoi spettacoli di notte.

È stato un vero spasso averli con me perché sono così abituato a viaggiare da solo. Ed è un’esperienza meravigliosa viaggiare da soli perché non devi rispondere a nessuno e qualunque cosa tu voglia fare, puoi. Ma ci sono sempre anche quei momenti in cui dici “Oh! Vorrei che qualcuno fosse qui! Cosa sto guardando in questo momento? Vorrei poterlo mettere in relazione con un’altra persona”. Quindi, avere i miei due amici con me, ha portato a questo bellissimo pezzo di cui sono così orgoglioso.

E ovviamente sei famoso per la tua torrefazione. Allora qual è la migliore bruciatura che tu abbia mai dato a qualcuno, e la migliore bruciatura che tu abbia mai ricevuto?
Oh. Ce ne sono tanti che mi vengono in mente. Vorrei iniziare con le migliori ustioni che abbia mai avuto su di me. Ce ne sono stati centinaia. Forse migliaia. Questo mi colpisce solo perché è scritto in modo così intelligente. Keith Carey, che è un brillante scrittore e comico, ha detto: “Alex lavorava al Ruby Tuesday. Ma la sua pelle è così brutta che hanno cambiato il nome del ristorante in Mercoledì delle Ceneri”. È una barzelletta scritta magnificamente. È davvero divertente. Per quanto riguarda quelli che ho scritto. Per quanto odio dirlo, è di AGT. La battuta di Heidi Klum su “Hai avuto quattro figli ma il tuo corpo sembra che tu non abbia prestato attenzione a nessuno di loro”, ero così felice quando l’ho scritto. Perché è così pulito, e ottiene esattamente il punto che sto cercando di fare. E la gente va su tutte le furie con me. Dicono “Stai mettendo in dubbio le capacità genitoriali di una madre? Che tipo di mostro sei?” E io sono tipo “Non stai prestando attenzione a cosa sia quella battuta se è quello che pensi”.

Ma io amo quelli che sono super, super semplici. Come nella seconda stagione di Roast Battle, ho detto di Scott Chaplin: “La sorella di Scott è un’intrattenitrice per adulti. Scott non è nessuna di queste cose. Semplice, pulito, divertente. ne ho scritti tanti. Potrei rispondere a questa domanda per ore.

Lo adoro. Ed è interessante vedere quanti fantastici comici ho visto provare ad arrostire, e semplicemente non sono affatto tagliati per questo. Ci vuole un certo tipo.
Mi ha fatto stare davvero bene con me stesso . È una cosa molto strana. Avere alcuni dei miei migliori amici comici che mi hanno raccontato in questi modi esilaranti come mi hanno visto, mi ha fatto semplicemente dire “Va bene. Quindi sembro tutte queste cose diverse. Allora perché non posso semplicemente abbracciarmi? Ed è proprio da lì che è uscito il mio libro Roast Yourself To Happiness, perché mi sentivo come se le persone avessero così tanta paura di guardare se stesse e affrontare le cose che indossano non mi piace.

E se dici davvero “Odio il mio naso. Non mi piace il mio strano mento. Ho la ciccia sotto le braccia. Ma sai una cosa? Sono io. Ecco chi sono. E nessun altro può farmi sentire in un certo modo in cui non lo provo. Non si tratta di come gli altri provano per te. Riguarda come ti senti riguardo a te stesso. E se riesci a possedere chi sei, e la battaglia arrosto me lo ha fatto fare, sei una forza inarrestabile della natura. Puoi fare qualsiasi cosa.

Il percorso della tostatura è qualcosa che non avrei mai pensato di percorrere. E abbracci ciò che sta attirando la tua attenzione. E non sono proprio contrario. C’è stato un tempo in cui ero tipo “Amico, non voglio davvero continuare a fare cose arrosto”. Ma il fatto è che posso farlo ed essere ancora il cabarettista che voglio essere e ho solo quest’altra abilità nella mia tasca posteriore per le persone per cui mi assumono o per me da usare quando sono sul palco. Non deve essere tutta la mia identità. E voglio assicurarmi di continuare a pubblicare album, speciali e cose del genere, così le persone sanno che sono molto più di un semplice ragazzo che ti dirà che sei un pezzo di merda in faccia.

Quante persone si avvicineranno e ti chiederanno di arrostirle?
Bene, io sono in cameo e la maggior parte delle richieste sono “Roast me” o “Roast my marito” o qualunque cosa possa essere. Sono stato riconosciuto per strada e la gente mi dice “Ehi! Vuoi una battaglia arrosto?” E io sono tipo “No? Sto mangiando un taco. Sono seduto in un parcheggio. No, non voglio farlo adesso”. Ma a volte le persone pensano di potermi avvicinare e semplicemente arrostirmi a gambe levate, e questo è sempre un po’ stridente e io sono tipo “Amico, qui non eravamo d’accordo su nulla”. Ma capisco a causa del modo in cui mi espongo, le persone dicono “Cosa? Non ce la fai?”. No io posso. È solo che non voglio farlo adesso.

Devo mettermi in uno spazio di testa se ho intenzione di arrostire. Non è qualcosa che scatta semplicemente. Come se dovessi accendere questa parte del mio cervello che dice “Ti guarderò in quel modo”.

blank

Scritto da Stand Up Comedy Italia

Stand Up Comedy Italia, con i suoi 50.000 fan su Facebook (e migliaia di lettori giornalieri sul sito), è la più grande community italiana dedicata all'umorismo Stand Up. Da quando è stata fondata nel 2014 dal comico Nicola Selenu, Stand Up Comedy Italia ha organizzato oltre 300 spettacoli umoristici in tutta Italia, ospitando i più interessanti comici italiani in circolazione ed è per questo diventata il punto di riferimento per gli spettacoli umoristici di qualità sul territorio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

secondo-quanto-riferito,-pete-davidson,-kate-mckinnon,-aidy-bryant-e-kyle-mooney-lasceranno-“saturday-night-live”-[thelaughbutton]

Secondo quanto riferito, Pete Davidson, Kate McKinnon, Aidy Bryant e Kyle Mooney lasceranno “Saturday Night Live” [THELAUGHBUTTON]

david-earl-recita-nel-film-sui-clown-del-giorno-del-giudizio-[commedia-britannica]

David Earl recita nel film sui clown del giorno del giudizio [COMMEDIA BRITANNICA]