in , , , , ,

Piff the Magic Dragon nel suo nuovo speciale, “Reptile Dysfunction” [THELAUGHBUTTON]

piff-the-magic-dragon-nel-suo-nuovo-speciale,-“reptile-dysfunction”-[thelaughbutton]

Per alcuni artisti, ci vuole così tanto tempo per perfezionare una cosa in cui sono bravi, per non parlare di due cose completamente diverse . Per Piff the Magic Dragon, è riuscito a colpire l’oro. Dopo anni passati a fare “magia diretta” e, come dice, licenziato ovunque, alla fine si è imbattuto nella perfetta miscela di magia e commedia una volta indossato l’abito da drago.

Piff the Magic Dragon ci è diventato riconoscibile qui negli Stati Uniti dalle sue apparizioni in Penn and Teller Fool Us e America’s Got Talent. E a partire da 768, Piff ha iniziato uno spettacolo di residenza al Flamingo di Las Vegas. Se sei un mago che lavora negli Stati Uniti, Las Vegas è sicuramente il posto in cui vorresti essere. Non c’è davvero niente di simile.

All’inizio di questo mese, Piff ha pubblicato il suo primo speciale magico/comico, Disfunzione dei rettili . Nello speciale, ti fai un’idea di com’era vedere Piff dal vivo prima che cambiasse il suo spettacolo di recente. Ma ha anche aggiunto alcuni elementi aggiuntivi solo per lo speciale, come fare magie sulla Strip di Las Vegas e far uscire suo padre sul palco seguito da un mini-mockumentary all’interno dello speciale. Naturalmente, suo padre è stato interpretato da Penn Jillette.

Di recente abbiamo parlato con Piff del suo nuovo speciale, la genesi di unire il suo spettacolo allo street magia, come ha convinto Penn a interpretare suo padre, le sue influenze crescendo, i suoi primi lavori come mago etero, l’esperienza di esibirsi a Las Vegas, il processo di creazione dei trucchi e il suo momento preferito dai suoi spettacoli dal vivo.

Devo dire che guardo molti speciali in piedi. Ma Reptile Dysfunction potrebbe essere tra i miei titoli speciali preferiti.
Bene grazie. Mio fratello ha inventato quella frase.

Raccontami un po’ come è nato. Quanto tempo è stato in lavorazione? Perché è una specie di ibrido tra il tuo show e un mucchio di elementi diversi.
Destra. Sì, abbiamo girato lo spettacolo al Flamingo nel vecchio show room in cui ci esibivamo, che è un po’ 200-camera a sedere. E abbiamo girato l’intero spettacolo dal vivo. E poi quando l’abbiamo visto, ho pensato “Sarebbe bello se potessimo uscire da questo”. Perché sarebbe fantastico se potessimo vedere il dietro le quinte dello spettacolo dal vivo.

Quindi, alla fine, abbiamo registrato un sacco di interviste e io per le strade facendo magie con le persone. C’è un trucco che faccio con l’High Roller nello speciale. Ed era un trucco che di solito facciamo sul palco. Ma lo ha reso un po’ più interessante da guardare.

Lo amo. Guidami attraverso un po’ della magia che fai per strada e delle interazioni che hai avuto.
Beh, con la commedia, non puoi vai in una strada e inizia a raccontare barzellette. I trucchi di magia possono essere piccoli o possono essere grandi. E quando ho iniziato come mago andavo in giro alle feste facendo trucchi di magia, come matrimoni ed eventi aziendali, facendo trucchi di magia uno contro uno con le persone. Quindi è stata una grande parte della mia vita. L’ho fatto a tempo pieno per tipo 5 anni credo. Quindi volevo poterlo usare nello speciale.

E sono sicuro, perché alcuni dei trucchi sono più intimi , alcuni potrebbero non funzionare altrettanto bene sul palco perché sono più piccoli.
Esattamente. Perché nessuno può vederlo.

Ora c’è un altro elemento che devo chiedere. Da dove è nata l’idea per Penn di interpretare tuo padre? Sì, è stato strano. Penn ed io siamo stati davvero buoni amici in passato – non lo so – 7 o 8 anni. Fondamentalmente mi hanno scoperto in uno show televisivo chiamato Penn e Teller Fool Us. È stata come la mia prima grande occasione. Entrambi mi hanno detto “Senti, se c’è qualcosa di cui hai bisogno, se vuoi uscire, allora siamo qui”. Così poi sono diventato loro amico.

Poi c’è stato questo – penso fosse questo show per la NBC o qualcosa del genere, un pilot – e volevano che facessi un trucco con Penn. e poi ho detto “Che ne dici dell’idea che Penn indossasse un vestito da drago e fosse mio padre?” E adoravano quell’idea, ma lo spettacolo non è mai stato realizzato. Ma un giorno l’ho detto a Penn e l’idea gli è piaciuta così tanto che abbiamo indossato per metà un costume da drago. Perché quelle cose sono costose. Non sono economici. Quindi siamo andati a metà e abbiamo iniziato a farlo nello show. E ci è venuta questa idea per lo speciale. Abbiamo mio padre che viene in città e prenderà il controllo della mia vita.

Che penso funzioni perfettamente. Mi aspettavo che fosse solo una piccola parte per lo spettacolo teatrale, ma poi hai continuato. Poi, all’improvviso, si trasforma in questo mini-mockumentary nel bel mezzo del tuo speciale.
Sì. In un certo senso volevo che lo speciale fosse un po’ come, se mai avessimo fatto uno spettacolo sceneggiato, che fosse una specie di pilot backdoor.

E hai parlato di come ti hanno dato la tua grande occasione. Ma prima, immagino che debbano aver avuto una grande influenza su di te.
Sì. Sono i più grandi di tutti i tempi nella magia. Hanno avuto una carriera così lunga e hanno creato così tanto materiale individuale unico che hanno davvero stabilito il livello.

Sono sicuro che dev’essere surreale passare dal vederli fare magie a lavorare con loro.
Sì, è stato surreale il fatto che loro siano i miei mentori e amici per me. Perché sì, li ho visti crescere da bambino.

C’è un trucco specifico che ricordi di aver visto da bambino che ti ha davvero entusiasmato ? Come uno in cui eri completamente incredulo? Guardavo molte carte magiche. C’era uno spettacolo chiamato Stuff the White Rabbit ed erano maghi da vicino dove molti di loro facevano trucchi con le carte. Quindi mi sono innamorato dei trucchi con le carte e ho imparato a farli. Quella era la mia droga di passaggio.

Ora devo chiederti di uno dei miei momenti preferiti dello speciale. Qual è l’origine di David Copperfish?
Ha attraversato due incarnazioni. Originariamente si chiamava Darren Gold, perché in Inghilterra c’è un mago molto famoso di nome Darren Brown che legge le menti. E quando mi sono trasferito in America, per un po’ è diventato Criss Angelfish. Poi Teller ha fatto una versione di quel trucco nel loro show Fool Us. Quindi per un po’ è stato Fin e Teller.

Prima finalmente, c’è un rap di – dio non ricordo chi sia – c’è una canzone su David Copperfield. E ho amato così tanto la canzone che l’ho inserita nello show e ho iniziato a chiamarlo David Copperfish. E stranamente ancora – è stata una carriera così strana – ma in realtà conosco David personalmente. È una leggenda ed è stato fantastico con me nel corso degli anni. Quindi è stato una specie di mio piccolo tributo a lui, averlo nello speciale come David Copperfish.

Che sono sicuro è molto meglio.
Si, lo amo. Amo stare nel mio letto la maggior parte del tempo.

Come diresti che lo speciale sia una rappresentazione del tuo spettacolo a Las Vegas? Ci sono elementi del tuo spettacolo che volevi mantenere speciali per coloro che verranno a vederti? La cosa bella è che, quando abbiamo spostato gli showroom, abbiamo creato uno spettacolo nuovo di zecca da zero. Quindi lo spettacolo che facciamo a Las Vegas è completamente diverso da quello che facciamo nello speciale. Ecco perché ora era un buon momento per rilasciarlo.

Oh wow. Quindi devi aver registrato lo speciale qualche tempo fa.
Sì, abbiamo girato la parte dal vivo a circa un anno prima della pandemia. E poi la roba per le strade circa 6 mesi dopo. E poi è arrivata la pandemia e ci siamo semplicemente seduti su di essa.

Beh, sono contento che tu l’abbia finalmente rilasciato! Las Vegas era una destinazione per te? Perché ovviamente, questo è il posto dove stare se sei un mago negli Stati Uniti.
Destra. Non è mai stato intenzionale. Ma è stato semplicemente il modo in cui ha funzionato. E guardando indietro, è il posto perfetto dove stare. Ma quando stavo sviluppando la mia recitazione e il mio spettacolo, non avrei mai immaginato che sarei finito per essere un headliner di Las Vegas. È incredibile farne parte.

Ci è voluto un po’ per abituarsi a vedere gli autobus passare con la faccia sopra?
C’è un grande camion della lavanderia a Las Vegas, che è un enorme camioncino, e ha la mia faccia dappertutto. E ancora non ci credo davvero.

Le persone ti riconoscono fuori dal costume?
Molto occasionalmente. Riconoscono molto il cane. Piffles viene riconosciuto. Ma riesco a farla franca. È un po’ come Clark Kent e Superman.

Sono sempre stato curioso con chiunque faccia una specie di miscela di due cose, come la magia e la commedia. Ti sei mai sentito respinto da entrambi i lati all’inizio?
Sì, certamente. I comici dicono sempre “Non è davvero una commedia” e i maghi dicono “Non è davvero una magia”. Ma sai, amo quello che faccio. Abbiamo appena inserito un nuovo camion nello spettacolo in cui il cane fa incazzare qualsiasi bevanda nominata dal pubblico. Ed è come se fosse il tipo di materiale che posso fare quando un comico non può farlo e un mago etero non può farlo. È solo facendo l’ibrido che posso sviluppare questo materiale davvero divertente.

Quindi hai lo scenario migliore per farlo roba del genere.
Per me. Lo amo per me. Ho amici che sono comici e sono tutti incentrati sulla purezza della forma d’arte e sull’andare sul palco con nient’altro che una bottiglia d’acqua. Ma credo di aver sempre pensato che fosse divertente avere un cagnolino sul palco e indossare un vestito da drago.

E sono sicuro che puoi arrivare in questo posto solo dopo anni di esperienza con una magia più diretta.
Sì. Venivo licenziato ovunque. All’inizio facevo magia diretta e sono stato licenziato perché ero troppo scontroso. Ero semplicemente troppo sarcastico con le persone tutto il tempo. Quindi non ha mai funzionato. È stato solo quando ho indossato l’abito del drago quando all’improvviso nessuno mi ha più preso sul serio e le battute sono diventate ovvie.

E guarda come allenato. Hai dimostrato che si sbagliavano! Ora ho parlato con molti comici del loro processo di scrittura delle battute, ma non ho mai avuto modo di imparare molto sul processo di creazione di un trucco. Com’è quell’aspetto? Oh lo è un incubo. Perché ecco cosa succede. Hai un’idea per un trucco. E per me, poiché sono un comico oltre che un mago, l’idea deve essere davvero divertente. Quindi, come la cosa di cui abbiamo appena parlato, ho avuto questa idea in cui il cane fa pipì a qualsiasi bevanda i nomi del pubblico, che si basa su un trucco magico davvero vecchio in cui hai un bollitore per il tè e qualsiasi bevanda tu chiami, versi il tè bollitore. Quindi, invece di un bollitore, ho un cane. E invece di un beccuccio… penso che tu abbia avuto l’idea.

Ma una volta che hai un’idea, devi realizzarla. E ci sono voluti letteralmente 18 mesi e decine e migliaia di dollari per essere realizzati quel trucco funziona. È li ke se un comico dovesse pagare mille dollari ogni volta che volesse provare uno scherzo, ci sarebbero molti meno comici. Ed è per questo che ci sono così pochi buoni maghi della commedia.

Assolutamente. Anche un trucco magico che va storto sul palco è probabilmente molto più evidente di una battuta che non funziona. Sì. Il binario della magia. O funziona o non funziona. Quindi a volte può diventare piuttosto imbarazzante.

Qual è il periodo più lungo in cui hai lavorato su un trucco specifico?
Abbiamo impiegato circa tre anni in questa sorta di trucco principale per il nuovo spettacolo al Flamingo. Hai mai visto quella cosa su The Office dove hanno messo la graffatrice dentro la gelatina?

Sì, naturalmente.
Quindi facciamo una versione di quel trucco dove riceviamo l’orologio di qualcuno dal pubblico e finisce dentro una lattina sigillata di burro di arachidi, che è dentro una gelatina. E ci sono voluti circa tre anni per svilupparsi.

Posso immaginare che non c’è sensazione più grande che ottenere finalmente quel trucco dopo tre anni.
Esattamente. E il fatto che non ci sia nessun altro che possa farlo, il fatto che sia unico. È fantastico fare uno spettacolo in cui quello è l’unico posto dove le persone possono venire a vedere quel materiale.

Totalmente! E nonostante sia stato nella magia per così tanto tempo, riesci ancora a farti stupire da certi trucchi? O si. Sì, vado a trovare i miei amici. Vado a trovare David Copperfield, Penn e Teller. Vado a trovare un ragazzo di nome Matt King. E stanno tutti facendo questa grande magia che non ho idea di come funzioni. Quindi lo adoro.

E visto che siete tutti addetti ai lavori, potete chiedere loro come funziona una cosa e ve lo dicono? O ti piace l’idea di non sapere? Mi piace l’idea di non sapere. Perché scoprire come funziona un trucco di solito è deludente e sempre noioso.

A volte non vuoi vedere come è fatta la salsiccia Credo.
Esattamente. Goditi solo la salsiccia.

E infine, so che è difficile da scegliere, ma quali sono alcuni dei tuoi momenti preferiti del tuo spettacolo? La cosa che amo è che ogni notte ne uso circa 5 o 6 diversi membri del pubblico. Qualunque cosa dicano o qualunque cosa facciano, devo improvvisare e trovare il modo di aggirarla. Quindi lo spettacolo è sempre fresco e nuovo per me ogni notte.

C’è un pezzo in cui faccio 3 minuti di stand-up nello spettacolo e dico la stessa cosa notte dopo notte dopo notte. Quel pezzo è sempre lo stesso ed è sempre quello il momento in cui trovo la mia mente che vaga. Quindi questo è sempre il motivo per cui amo fare magie insieme alla commedia. Lo spettacolo è fresco per me ogni singola notte.

768

blank

Scritto da Stand Up Comedy Italia

Stand Up Comedy Italia, con i suoi 50.000 fan su Facebook (e migliaia di lettori giornalieri sul sito), è la più grande community italiana dedicata all'umorismo Stand Up. Da quando è stata fondata nel 2014 dal comico Nicola Selenu, Stand Up Comedy Italia ha organizzato oltre 300 spettacoli umoristici in tutta Italia, ospitando i più interessanti comici italiani in circolazione ed è per questo diventata il punto di riferimento per gli spettacoli umoristici di qualità sul territorio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

after-ever-after-torna-su-sky-con-il-seguito-di-cappuccetto-rosso-[commedia-britannica]

After Ever After torna su Sky con il seguito di Cappuccetto Rosso [COMMEDIA BRITANNICA]

kevin-hart-e-mark-wahlberg-si-uniscono-per-un-po’-di-“me-time”-[thelaughbutton]

Kevin Hart e Mark Wahlberg si uniscono per un po’ di “Me Time” [THELAUGHBUTTON]