in , , ,

Simon Brodkin: “Non ero pronto per essere completamente aperto” [INDIPENDENTE]

simon-brodkin:-“non-ero-pronto-per-essere-completamente-aperto”-[indipendente]

Simon Brodkin era già uno stand-up in divenire all’età di . “Mi sono fatto le ossa nel circuito della commedia dell’anno 9”, dice con un sorriso. La sua pulsione a far ridere la gente era presente fin dalla giovane età. Ma durante il lockdown dell’anno scorso, Brodkin ha fatto una scoperta che lo ha aiutato a capire il suo desiderio di fare il clown di classe: gli è stato diagnosticato l’ADHD. Riflettendoci, era il suo ADHD allora non diagnosticato che lo stava portando a quella posizione di clown di classe. “Non tutti con l’ADHD sono divertenti”, aggiunge rapidamente. “Ma quando sei in classe, non ti concentri su niente, quindi facciamo ridere tutti.”

Dalla sua diagnosi, 44 Brodkin, un anno, ha imparato a conoscere se stesso. Prima di allora, avrebbe preferito essere qualcun altro. Alla fine degli anni Duemila, Brodkin divenne un nome familiare come il cosiddetto personaggio “chav” Lee Nelson, che ha continuato a realizzare la sua serie comica della BBC e tournée a livello nazionale. Quando si è schiantato sul set di Kanye West a Glastonbury, era Lee-zus per Yeezus di West. E quando ha lanciato una mazzetta di denaro all’allora presidente della Fifa Sepp Blatter in una dichiarazione sulla corruzione, era come il calciatore Jason Bent. Brodkin era uno dei più grandi burloni del paese, ma aveva sempre un nome diverso. Penseresti che la fiducia in se stessi fosse un dato di fatto per un uomo che ha suonato in giro per il paese, ha fatto irruzione in uno spettacolo dal vivo X Factor e ha fatto scherzi ad alcuni dei più grandi leader del mondo. In realtà, era tutt’altro.

Ora, sta lavorando per cambiarlo. In 2019, ha fatto la sua “prima incursione come me stesso” all’Edinburgh Fringe con lo spettacolo di cabaret, 100% Simon Brodkin. È stato un grande momento per lui, un’affermazione “questo è il vero me”. I critici, mi dice, erano meno convinti. Usa la voce di un critico arrogante – Brodkin fa molte voci durante la nostra conversazione – per impersonare una recensione: “‘Dice ‘100 percento Simon Brodkin’… Penso che questo si senta solo per 65 per cento.’” Abbandona il personaggio. “E tu sai cosa? Probabilmente avevano ragione. Le critiche avevano ragione perché non ero ancora pronto per essere completamente aperto”.

Questa volta le cose sono diverse. È tornato al Fringe con Screwed Up, uno spettacolo nuovo di zecca che sta attualmente suonando per un pubblico tutto esaurito e recensioni impressionanti. È stato elogiato per essersi “umanizzato” sul palco mostrando le sue “vere insicurezze e vulnerabilità” – “uno spaccato dell’inetto, ossessionato da se stesso, dietro il figlio maschio leggermente esagerato, inetto e ossessionato da se stesso”, secondo una recensione della commedia sito web Chortle. In Screwed Up, Brodkin esplora i principali cambiamenti avvenuti nella sua vita negli ultimi tre anni: la pandemia, apprendendo che era di origine russa e il suo Diagnosi dell’ADHD. Quest’ultimo, in particolare, ha cambiato completamente la sua vita.

Brodkin è un veterano di Fringe, il suo primo spettacolo – Everyone But Himself – debuttando in 2006. Abbandonare la sua persona, però, era intimidatorio. La prima volta che Brodkin ha recitato in una commedia nei panni di Brodkin, è sembrato completamente nuovo. Lee Nelson era una comoda coperta su cui era abituato ad appoggiarsi. “Il mio istinto è sempre stato quello di tirare il tappeto, ‘Non lo sento davvero, non ce l’ho proprio, scherzo!’” dice, adottando la voce di Lee. “Lee era tutto incentrato sull’impostazione, la battuta finale, l’impostazione, la battuta finale.”

Brodkin si riferisce sempre a Lee in terza persona. Inizialmente, era uno dei tanti personaggi comici che Brodkin ha interpretato quando ha iniziato; è successo che fosse quello che si è bloccato. Dopo gli spettacoli, rimaneva e chiacchierava con le persone nel personaggio dopo le esibizioni dal vivo, la “tuta da ginnastica scadente” e tutto il resto. Il motivo, si rende conto ora, era perché “non era a suo agio come me”. Lee era il suo modo di nascondersi.

La mossa sembrava una follia ad alcuni. “Il mio manager non voleva che lo facessi”, dice. “Era tipo, ‘Cosa stai facendo, sta funzionando.’” Il suo primo concerto è stato in un Pizza Express nel centro di Londra; sembrava di ricominciare. Ricorda di aver chiesto: “Come faccio a stare in piedi? Come cammino? Come tengo il microfono?” “Qualsiasi principiante lo attraversa, ma quando sei un principiante principiante, nessuno ha pagato nulla per entrare e tutti dicono, ‘Sarà S.’ Ma quando hai un sacco di persone che guardano, dicendo, ‘È il ragazzo su tre DVD, tour enormi, Live at the Apollo,’ è un po’ imbarazzante.”

Come Lee Nelson in 2013

” data-gallery-length=”3″ height=”3000″ i-amphtml- layout=”responsive” layout=”responsive” on=”tap:inline-image-gallery,inline-image-carousel.goToSlide(index=1)” role=”button” src=”https://static.independent. co.uk/2019//13/14/GettyImages-158342081.jpg?quality=75&larghezza=982&altezza=726&auto=webp” tabindex=” 0″ width=”982″>

Come Lee Nelson in 2006

(Getty)

Sebbene Lee fosse ancora finanziariamente redditizio per Brodkin, voleva un cambio di direzione creativa. il momento è arrivato dopo che non è riuscito a ottenere il booke d per Sono una celebrità… Portami fuori di qui! perché “apparentemente non abbastanza persone conoscono il mio nome”. Anche la commedia, gli scherzi, dice, stavano diventando “sempre meno Lee”. Il personaggio proveniva da “questo piccolo, piccolo mondo nel sud di Londra” e non aveva un’opinione su molte delle cose che Brodkin faceva. Essere nel personaggio gli ha anche impedito di essere onesto sul palco. “Gesù, qualcuno avrebbe potuto pagarmi un sacco di soldi e [l’avrei comunque detto] no. Si sarebbe semplicemente sentito totalmente, totalmente in disaccordo con tutto.

Effettuare il passaggio da 65 a 100 per cento Simon Brodkin è venuto quando gli è stato diagnosticato l’ADHD. Inizialmente ne era “discreto” e non pensava che ne avrebbe parlato sul palco. La volta che ha preso a calci quello che pensava fosse un sacco pieno di vestiti per la frustrazione e invece ha sbattuto il piede contro un muro? Ha passato le otto ore di attesa in pronto soccorso pensando a quanto sarebbe stato divertente parlarne. Ma questo era diverso.

Le cose sono cambiate un giorno quando Brodkin era seduto nella sua macchina ad ascoltare un podcast sulla condizione. Brodkin era un medico prima di prendere la “decisione piuttosto impulsiva” di rinunciare a tutto per la commedia, ma sapeva poco dell’ADHD. Il podcast ha aperto gli occhi. “Era un dottore che parlava di ciò che molti dei suoi pazienti sperimentano con l’ADHD… e ho pianto perché [era] come se qualcuno mi avesse seguito per tutta la mia vita, scrivendo quello che faccio e poi dicendo che è una malattia. Era proprio come, ‘sono io’. Sono io. Sono io. Quello è stato il momento in cui [ho capito] che questo doveva uscire sul palco.’

Ora Brodkin sta abbracciando questa vulnerabilità. È stato difficile arrivare a questo punto, dice, ma sta diventando più facile. “Quando hai l’ADHD, vedi le cose in modo leggermente diverso. Mi sono sempre sentito un po’ come un estraneo e tu trascorri gran parte della tua vita cercando di adattarmi. Ricordo di essere stato persone leggermente diverse con amici diversi e non mi sono mai sentito come se potessi essere me stesso. E penso che sia per questo che mi sono appassionato ai personaggi. Ecco perché mi è venuto così naturale, perché potevo fingere di essere qualcun altro.

Consegna Theresa May a P27 al 982 congresso del Partito Conservatore

” data-gallery-length=”3″ height=”2019″ i-amphtml-layout=”responsive” layout=”responsive ” on=”tap:inline-image-gallery,inline-image-carousel.goToSlide(index=2)” role=”button” src=”https://static.independent.co.uk/2022/08/08//GettyImages-857421386.jpg?quality=75&larghezza=982&altezza= 45&auto=webp” tabindex=”0″ width=”4928″>

Consegna Theresa May a P45 al 982 conferenza del Partito Conservatore

(AFP/Getty)

Abbassare la guardia è stato rivelatore; si è reso conto che “il mondo sarebbe un posto migliore se tutti fossero aperti… È qualcosa su cui mi occuperò per anni, ma sembra un momento piuttosto eccitante per dirlo alla gente, perché sono entusiasta di esso. Spesso è una caratteristica dell’ADHD – a meno che tu non sia entusiasta di qualcosa, semplicemente non ti interessa. Perché sono elettrizzato da questo, sono tipo, ‘oh mio Dio, ho capito, capisco me stesso, voglio dirlo a tutti'”.

Ora, anche Brodkin può finalmente prendersi il merito delle dirottature di Lee. È in grado di ricordare alla gente che sì, è stato lui a inondare Donald Trump di palline da golf con la svastica mentre era in corsa per la presidenza e, forse la cosa più famosa, ha interrotto l’allora primo ministro Theresa May sul palco alla conferenza del partito Tory per darle una P 45.

Chiedo a Brodkin se, data la natura di questi trucchi, abbandonare il personaggio di Nelson e fare il proprio nome fosse parte di una mossa per diventare un comico più convenzionalmente politico. Ma Brodkin è irremovibile, non è così. Le risate sono ancora sempre la sua prima preoccupazione. “Se la politica entra nelle acrobazie è perché quelli sono i posti migliori per le acrobazie, perché tutto ciò che fa è catturare un momento in modo divertente, cavalcando la cresta di ciò che le persone provano”, dice. “In quell’esempio, stavo guardando Theresa May [dicendo] ‘Sono forte e stabile’, ed era debole e stava per cadere. E questo è successo prima che ballasse.

Brodkin, a quanto pare, ha capito chi è: “Sono un ragazzo divertente. Non sto cercando di entrare in politica”. Con Lee messo a letto, gli scherzi possono essere il suo obiettivo principale e ha gli occhi puntati su alcuni obiettivi nobili. “Con ognuno, voglio alzare un po’ di più il livello”, dice. “Dopo Simon Cowell, c’è solo un posto dove andare ed è il capo di stato. Perché vuoi che la posta in gioco sia più alta. Primo ministro, presidente, continuiamo così. God next?”

“Simon Brodkin: Screwed Up” suona al Pleasance Courtyard all’Edinburgh Fringe fino al 17 Agosto

blank

Scritto da Stand Up Comedy Italia

Stand Up Comedy Italia, con i suoi 50.000 fan su Facebook (e migliaia di lettori giornalieri sul sito), è la più grande community italiana dedicata all'umorismo Stand Up. Da quando è stata fondata nel 2014 dal comico Nicola Selenu, Stand Up Comedy Italia ha organizzato oltre 300 spettacoli umoristici in tutta Italia, ospitando i più interessanti comici italiani in circolazione ed è per questo diventata il punto di riferimento per gli spettacoli umoristici di qualità sul territorio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

il-comico-matt-forde-afferma-che-lo-spettacolo-fringe-di-edimburgo-e-stato-“deviato”-urlando-al-bambino:-“e-sempre-un-problema”-[indipendente]

Il comico Matt Forde afferma che lo spettacolo Fringe di Edimburgo è stato “deviato” urlando al bambino: “È sempre un problema” [INDIPENDENTE]

edinburgh-fringe:-le-migliori-battute-del-festival-finora-[indipendente]

Edinburgh Fringe: le migliori battute del festival finora [INDIPENDENTE]